La Scuola d'Arte Teatrale Treviglio offre ai propri allievi e a tutte le persone interessate  una costante proposta formativa  su differenti tecniche teatrali con maestri e professionisti del mondo dello spettacolo. Tutte queste esperienze di approfondimento teatrale sono aperte a chiunque voglia avvicinarsi con curiosità e interesse a queste discipline: sia a professionisti del settore che a semplici curiosi e appassionati.

Nel corso degli anni sono stati nostri ospiti : Luigi CiottaMarzia Manoni, Matthias Martelli, Miriam Gotti, Daniel Plentz .


PROSSIMI LABORATORI TEATRALI IN PROGRAMMA


 

WORKSHOP SUL BUFFONE

CONDOTTO DA LUIGI CIOTTA

Luigi Ciotta

4 FEBBRAIO 2018 dalle 10:30 alle 17.00
(iscrizioni entro 27 gennaio )
Teatro Oratorio S.Giuseppe
via Betelli Dalmine (Bg) 

"L'esperienza di questi anni mi ha confermato come il buffone sia un ottimo mezzo per trasmettere messaggi sociali e stimolare un dialogo tra l'attore ed il pubblico; mettendo da parte qualunque aspetto moralizzante, ma facendo leva su una comicità dissacrante."

I buffoni sono personaggi eccessivi, che uniscono l'autenticità del gioco clownesco all'assurdità della satira. Il buffone è un'essere deforme, un fenomeno da baraccone, che deve essere offerto in divertimento al pubblico ludibrio, affinché esso possa sfogarsi e divertirsi. Considerato pazzo e inferiore al resto del mondo, il buffone vive ai margini della società e proprio dal qui, dall’esterno, osserva ciò che lo circonda. In questo modo può dire e fare ciò che non è permesso agli altri. Agisce senza ragione e senza morale, occupando così un ruolo sociale fondamentale.

L’attore quindi, in questo modo può mettere in scena “le verità scomode”, può ridere del potere senza censure, sperimentare la libertà del gesto e della parola attraverso il personaggio del buffone. Il buffone è alla base della satira: “colui che ride di tutto”.

Proprio per lavorare sulla libertà fisica e verbale al limite se serve dell’osceno, l’attore deve costruire un corpo “altro”: deforme, esagerato, innaturale. Aggiungendo pance, gobbe, grossi seni e natiche gli attori e soprattutto le attrici si sentono più liberi. L’intero corpo è una maschera, è un gioco. Il buffone, però, lontano dall’essere realmente folle può dire tutte le verità. Si lavorerà quindi sulla parodia e la messa in ridicolo di tutte le strutture di potere: lo Stato, la religione, la politica ma anche cose più contemporanee come la televisione o il web...il buffone può deridere persino l’inderisibile come la guerra, la fame nel mondo, l’aids, la morte. Più il tema è vicino al quotidiano del pubblico, più questo si riconoscerà sotto la caricatura, accettandolo o no.

Luigi Ciotta è un attore teatrale professionale, clown, buffone, artista di strada e presentatore di varietà. E’ nato a Palermo nel 1979 e nel 2000 si è trasferito a Bologna dove a studiato Arte, Musica e Spettacolo al DAMS; si è laureato con il massimo dei voti nel 2004 con una tesi in Storia dell’Arte Medioevale. In questi anni di Università si appassiona al teatro: questa passione lo porta a trasferirsi a Torino dove per 3 anni frequenta il percorso professionale intensivo della Performing Art University (method J. Lecoq), diretta da P. Radice. Dal 2005, si è esibito in quasi tutta Europa, Turchia e Medio Oriente. Nel 2009 ha vinto il concorso Cantieri di Strada “OneManShow” della FNAS (Federazione Nazionale Artisti di Strada) con lo spettacolo Funky Pudding. Nel 2014 vince nuovamente questo premio con lo spettacolo Sweet Dreams. Attualmente lavora con tutti e 5 i suoi diversi spettacoli: Sweet Dreams, Tutti in Valigia, Funky Pudding, Shoeshine e La Nasca. Dal 2016 ha iniziato a dare workshop sul Clown in Italia ed in Turchia.

Costo
60 € entro la data di iscrizione / 80 € oltre la data di iscrizione.
+ 10 € tessera SATs - Scuola d'Arte Teatrale Treviglio
- soci Scuola Teatro SATs 55 € 

info:
Max 339.1134156
info@scuolateatrotreviglio.it

 

WORKSHOP SUL GIULLARE

CONDOTTO DA MATTHIAS MARTELLI

Matthias Martelli

18 MARZO 2018
 dalle 10:30 alle 17.00
 (iscrizioni entro 10 marzo )                                                                      
 c/o Teatro Oratorio S. Giuseppe   
 via Betelli Dalmine (Bg)

IL GIULLARE CONTEMPORANEO
Laboratorio condotto da Matthias Martelli

I giullari medioevali erano attori, buffoni e saltimbanchi che attraverso un uso grottesco della voce, della mimica, del corpo e della gestualità, denunciavano i soprusi del Potere e le contraddizioni del Sacro. Questa tradizione, impregnata di comicità e satira, ha attraversato i secoli ed è arrivata fino ad oggi, ricevendo poi la consacrazione definitiva con l'assegnazione del Premio Nobel al più grande giullare contemporaneo: Dario Fo, premiato non a caso con la motivazione "perchè nella tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere per restituire dignità agli oppressi".

In questo seminario esploreremo le tecniche mimiche e gestuali tipiche della figura del giullare, esamineremo le infinite possibilità vocali che il saltimbanco usa sulla scena, mettendo attenzione sulla "giocondità" necessaria in ogni atto teatrale e ancor di più nella fugura del giullare.
Studieremo come suscitare il riso attraverso il fisico e la parola, lavorando con esercizi specifici sia tecnici che di improvvisazione, ci concentreremo su come l'attore di oggi possa attualizzare la lezione dei giullari per creare una satira nuova e contemporanea.
Ai giullari era concessa libertà di parola come si concedeva ai matti, e perciò erano considerati il giornale parlato del popolo e "lo spirito critico del corpo sociale". 
Possiamo oggi, noi "giullari contemporanei", stimolare con il nostro lavoro sulla scena la riflessione critica attraverso l'ironia e il sarcasmo?

Secondo Moliere "Con il riso si spalanca la bocca, e con la bocca anche il cervello, e nel cervello entrano i chiodi della ragione".

La voce critica propria dell’artista assieme ad una dissacrante comicità emergono vivi nell’opera di questo giovane attore. Diplomato al Liceo Classico, laureato in Storia, diplomato alla Peroforming Arts University di Torino, si forma con maestri quali Dario Fo, Philip Radice, Michel Margotta, Eugenio Allegri. Nei suoi spettacoli recupera tutti gli elementi tipici della satira e della tradizione giullaresca del teatro popolare, reinterpretandoli in chiave moderna. Il pubblico e le giurie lo premiano nel 2014 con il “Premio Alberto Sordi” e  il Premio “Uanmansciò - FNAS” e nel 2015 con il Premio “Locomix – San Marino”. Il suo spettacolo comico-satirico “Il Mercante di Monologhi”, ispirato alla lezione dei giullari e della Commedia dell’arte, effettua oltre 230 repliche in un tre anni in festival e teatri di tutta Italia. Nel 2015 presenta ogni martedì, con lo spettacolo “Anche il Re Cade”, il “Varietà della Caduta” al Teatro della Caduta di Torino. Nello stesso anno è regista e attore nello spettacolo “L’ultima danza del secolo” con l’acrobata e danzatrice Francesca Garrone. 
Nel 2016 inizia il progetto di riportare in scena “Mistero Buffo” di Dario Fo, avvalendosi della regia di Eugenio Allegri. Dopo il permesso concesso dal Maestro Fo, parte un percorso che porterà alla prestigiosa coproduzione dello spettacolo da parte di Teatro Stabile di Torino e Teatro della Caduta, che lo vedrà protagonista assoluto solo in scena con debutto il 13 Ottobre 2017 al teatro Fonderie Leopolda di Follonica. Seguira' la tournée italiana che prevede, tra le altre, repliche al  teatro Puccini di Firenze e alle Fonderie Limone a Torino. Nello stesso anno "Il Mercante di Monologhi" è protagonista al Torino Fringe Festival con 8 sold-out e oltre 800 spettatori. Lo spettacolo vince anche il premio "Teatro A L'Avogaria-Venezia". Nell'ambito formativo conduce il diversi seminari, fra cui "Scopri il comico che c'è in te", sulla costruzione del personaggio comico-poetico. Nell'ottobre 2017 è stato insignito del prestigioso "Premio Nazionale Cultura" Frontino - Montefeltro nella sezione "Stili, figure e pratiche della cultura".

Costo : 
60 € entro la data di iscrizione / 80 € oltre la data di iscrizione.
+ 10 € tessera SATs - Scuola d'Arte Teatrale Treviglio
- soci Scuola Teatro SATs 55 € 

info:
Max 339.1134156
info@scuolateatrotreviglio.it

 

 

 


 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi